Mondellolido News

Mondellolido News


Zeri

Il vestito, i gioielli, il ristorante, la casa, il viaggio: l’elenco che prevede un esborso di denaro è lungo e impone alle famiglie calcoli (s)misurati

È ovvio che è molto difficile quantificare quanto costa sposarsi, ma, tanto vale dirlo subito, non è propriamente una faccenda economica. Le voci di spesa sono numerose e tendono a moltiplicarsi e tantissimo dipende da quel che si desidera. Un matrimonio può “facilmente” costare anche 60mila euro. Senza contare che spesso si coglie l’occasione delle nozze per soddisfare sfizi ai quali, altrimenti, difficilmente si darebbe spazio, ad esempio un trasporto in elicottero o il lancio di migliaia di petali di rosa. In genere le voci di spesa più consistenti riguardano il ricevimento, con un costo medio di 60 – 70 euro per persona, e l’abito della sposa che può costare anche diverse migliaia di euro. Ma proviamo a dare un’occhiata ai costi medi, partendo proprio dalla toilette della sposa.

L’abito costa 1500 – 3000 euro, mentre per gli accessori, quali il velo, i guanti ecc., si spendono 1000 – 2500 euro. Per la lingerie si mettano in conto 200 – 400 euro, per le scarpe 2 – 300 euro. Il trucco e l’acconciatura costano circa 500 – 1000 euro. Lo sposo spenderà da 500 a 2000 euro per l’abito, da 500 a 1000 per gli accessori, mentre per i paggetti e le damigelle bisogna considerare dai 600 ai 1000 euro (la spesa dipende evidentemente dal loro numero). Per quanto riguarda il ricevimento, calcoliamo un centinaio di invitati. Le partecipazioni e gli inviti oltre a eventuali menu e segnaposto costeranno sui 200 – 800 euro, le bomboniere fra 1500 e 4000 euro, lo stesso costo del servizio fotografico, laddove la ripresa video costa 1000 – 2500 euro. L’auto per gli spostamenti degli sposi costa 500 – 1500 euro, il bouquet, gli addobbi floreali in chiesa e della location della festa 1500 – 6000 euro.

L’affitto di quest’ultima va dai 2500 ai 6000 euro, a cui va aggiunto il costo del catering che, per cento invitati, va da 5000 a 10000 euro. Se si sceglie un ristorante, la spesa sarà di 5000 – 9000 euro. Per la musica, infine, considerate dai 1500 ai 4000 euro. Altre voci da considerare sono l’offerta per la chiesa, il costo delle fedi e il viaggio di nozze. A questo punto però cogliete l’occasione per dare avvio già con 1200 euro a un piano previdenziale: oggi si è in due, ma domani…

Questo è tuo, questo è mio
Un tempo la suddivisione delle spese era molto netta fra le due famiglie d’origine dei nubendi. Alla famiglia di lui toccavano le fedi, tutte le spese riguardanti la casa, il bouquet, l’auto della sposa, l’offerta per la chiesa e per il musicista, il materasso del letto matrimoniale e il viaggio di nozze. La famiglia della sposa doveva provvedere per il corredo della sposa e della casa, la camera da letto – ma non il materasso – inviti, bomboniere e confetti, per i fiori, il ricevimento e l’abbigliamento delle damigelle.

Condividi l'articolo

Lascia un commento